Toscana thunderstorm team (TTT) il nuovo sito dedicato interamente ai fenomeni temporaleschi toscani e non solo


    Gli stadi delle nubi Temporalesche

    Condividere

    Fabri93
    Admin

    Messaggi : 9
    Data d'iscrizione : 24.01.12
    Età : 23
    Località : Empoli (Fi) 27 mt slm Nella bella toscana

    Gli stadi delle nubi Temporalesche

    Messaggio Da Fabri93 il Mar Gen 24, 2012 10:20 pm

    Le nubi temporalesche o temporali nascono dalle nubi convettive,sono nubi dotate al loro interno di moti verticali in grado di svilupparsi e proseguire verso gli stadi successivi,tutto questo però se le condizioni atmosferiche e l'orografia del suolo lo permetteno.
    Le nubi Convettive Cumulo (Cu) e Cumulonembo (Cb)

    Cumolo umile(Cu hum)
    Questa nube è il primissimo stadio delle nubi convettive,è caratterizzato da una ridotta estensione verticale che va da 100-700m,ha bordi ben definiti,le proturberanze sono a forma di cavolfiore,si forma in seguito a moti convettivi deboli di origine termica,non produce precipitazioni ed è associata a bel tempo,la base è netta e scurina.
    (Foto eseguita a Salvino frazione di Vinci in direzione Nord-est,sullo sfondo si vede il Monte Albano,è scattata il giorno 16/08/2008 alle ore 15.12)

    (Foto di Fabri93)
    Situazione presente nella foto:
    Questa nube bellissima si è formata alle 15.00 in seguito ad moti convettivi di origine orografica ovvero a causa della montagna stessa,dove l'aria calda è costretta a risalire la montagna facendo cosi l'aria calda si trova in una zona di altra aria però più fredda,al seguito di questo l'aria calda si condensa e da origine a questa nube.
    Eravamo in condizioni di alta pressione,al seguito della giornata si formarono vari temporali che colpirono la stessa zona del monte Albano,tutti temporali di calore che arrivati a sera si sono dissolti.
    Cumulo mediocre (Cu med)
    Questa nube è il Cumulo mediocre in latino Cumulus Mediocris,rappresenta la successiva evoluzione del Cumulo umile(Cumulus Humilis),è anche il secondio stadio delle nubi convettive.
    Ha una moderata estensione verticale che va da 600-2000m,presenta una base scura e non origina precipitazioni,si originano a causa di moti convettivi più intensi,sia origine termica che altri meccanismi,le loro proturberanze a cavolfiore sono più pronunciate e ben definite,sono nubi di bel tempo ma che possono preannunciare cambiamenti.
    (Foto eseguita vicino Bassa in Valdarno presso Fucecchio,subito sulla sinistra della foto si vede delle canneggiole che indicano il fiume Arno,a destra c'è l'argine)


    (Foto di fabri93)
    Situazione presente nella foto:
    Nella foto si vedono moltissimi cumuli mediocri sono il risultato di un'intenso riscaldamento diurno,in questo caso non si sono originati temporali vicino alla mia postazione,solo alcuni ma lontani molti chilometri.
    Questa nubi mi hanno accompagnato in gran parte dei giorni estivi,insieme ai temporali.
    Il temporale ha come nubi base le nubi convettive:Cumulo umile,mediocre,congesto di cui parleremo,calvus e incus.
    Cumulo Congesto (Cu con)
    Questa nube e lo stadio giovanile del temporale,ma non è un temporale,perchè con temporale si indica una nube già in grado di dare origine a lampi e tuoni.
    Il cumulo congesto è lo stadio successivo del cumolo Mediocre(Cumulus mediocris),ha un'altezza che va da 2000-7000m,a differenza del Cumolonembo calvo che poi tratteremo,il cumolo congesto non presenta parti fibrose,ovvero non ancora ghiacciate,questo si nota dal fatto che il congesto ha forme ben definite non ghiacciate come ha il Cb Calvus,come si nota il ghiacciamento di una nube cumuliforme?
    Dal fatto che quella non ghiacciata ha proturberanze ben definite,mentre quella ghiacciata non l'ha molto bene definite,ma sembrano opache.
    Questa nube può originare precipitazioni sotto forma di rovescio,è originata da imponenti moti convettivi di origine termica.
    Ha una base netta,ampia e molto scura.
    (Foto eseguita in Perù precisamente a Cuzco in America latina,a una quota di 3.400 m,nella catena delle Ande,foto fatta in direzione sud-ovest)


    (Foto di fabri93)
    Situazione presente nella foto:
    In questa foto si vede la presenza di un cumulo Congesto,che è ghiacciato in anticipo (guardate la parte della nube a sinistra della foto),questo perchè la nube si è formata a una quota di 4000m questo perchè siamo in alta montagna di conseguenza la sua base risulta più alta.
    Ha originato forti rovesci di pioggia e si è dissolta in serata.
    Il giorno seguente si è formata una Supercella ovvero la tipologia di temporale più potente che esista al mondo,con cella si intende una nube cumoliforme.
    Non l'ho vista ma mi è stato riferito della presenza del disco supercellare al suo interno.
    Cumolonembo Calvo (Cb cal)
    E' il temporale giovane non ancora maturo,rappresenta il primo stadio del cumolonembo,presenta una sommità di un bianco brillante simile ad un gigantesco cavolfiorone,è priva dell'incudine la quale si formerà successivamente,non presenta parti fibrose o striate alla sommità,è formata dal cumolo congesto dal quale si differienza perchè è più appiatita alla cima.
    Nube che è già in grado di dare precipitazioni sotto forma di grandine,rovescio piovoso,anche molto intensi.
    La quota della base varia da latitudine da 300 a 4000m,in regioni desertiche anche di più,da noi in media 800-1500 m,la base si abbassa con le precipitazioni.
    Il suo spessore varia da latitudine a latitudine,da noi in genere da 6000 a 11000 m,anche di meno o di più dipende da zona.
    Si forma al seguito di sollevamenti di grosse masse d'aria al seguito di imponenti moti covettivi di origine termica (Temporali di calore) o per altri meccanismi,anche per causa orografica(Montagne).
    Come si può differenziare dal Cumolo congesto:è più grossa del cumolo congesto e più alta,fate riferimento a scie di aereo,meglio ancora osservate la nube,il cumolo congesto è più definito e chiaro,mentre il cumolonembo calvo è più opaco.
    (Foto eseguita a Salvino vicino Vinci,direzione Sud,alle ore 16.21 del giorno 25 agosto 2008)


    (Foto di Fabri93)
    Situazione presente nella foto:
    Nella foto si vede la presenza di un temporale relativamente giovane,testimoniato dalla presenza del Cumolonembo Calvo,sotto la sua base si vedono delle strisce scure intense sono i rovesci di pioggia e grandine,se si è vicini al temporale non in questo caso,quelli di grandine appaiono bianchi mentre quelli di pioggia scuri,se si è sotto prima della grandine in alcuni casi il cielo si presenterà verdognolo a causa della grandine,questo temporale si è formato nel pomeriggio è il classico temporale estivo o di calore che si forma a causa del'evaporazione dell'acqua del suolo(laghi,fiumi ecc) per l'irragiamento solare,si viaggiava su temperature di 30 gradi.
    Il temporale arrivato sera si è dissolto lasciando delle Virga ovvero precipitazioni che evaporano a mezzaria.
    Cumolonembo ad Incudine
    Questo è il temporale maturo nel vero senzo della parole,è il secondo stadio del temporale e il più intenso successivo del Cumolonembo Calvo,il suo spessore va da 3000 a 15000m,l'altezza della base va da 300 a 4000 m e più bassa quando ci sono le precipitazioni,è costituita da goccioline nella parte bassa,goccioline sopraffuse nella parte media e cristalli di ghiaccio nella parte superiore quelle dell'incudine che presenterà i cirri falsi,falsi perchè non sono cirri ma parti del Cumolonembo stesso.
    Da origine a precipitazioni sotto forma di temporali con grandine,tuoni,lampi e rovesci di pioggia.
    Si forma per imponenti sollevamenti di masse d'aria a seguito di grossi moti covettivi,caratterizza sia i fronti freddi che quelli caldi.
    Il genere cumolonembo è l'unico genere a dare luogo ai temporali.
    Questa nube si differenzia dal Cumolonembo Calvo e dal Cumolo congesto per la presenza dell'incudine,non sempre c'è l'incudine a volte a la forma di un grosso pennacchio.
    Se si è sotto la nube e sotto le precipitazione si differenzia dal cumolo congesto perchè questa nube da tuoni e lampi,al contrario deel cumolo congesto.
    Perciò si chiama cumolonembo la nube che da luogo a tuoni e fulmini.
    (Foto seguente alla prima,eseguita in direzione Sud,alle ore 16.40 del giorno 25 agosto 2008)


    (Foto di fabri93)
    Situazione presente nella foto
    Foto seguente della prima,a differenza del Cumolonembo Calvo di prima questa nube presenta l'incudine,si vedono bene i rovesci di pioggia e grandine sotto la base.
    La sua formazione è analoga alla nube di prima,è un temporale di calore.
    Cumolonembo capillato (Cb cap)
    E' l'utimo stadio evolutivo del temporali,è la nube successiva al Cumolonembo ad Incudine,si chiama capillato quando la sua forma ad Incudine non è più distinguibile.
    La quota della base sarà la stessa del Cumolonembo ad Incudine o più alta a causa dell'esaurimento delle precipitazioni.
    Valgono le stesse informazioni del Cb Incus cioè ad Incudine,con la minor intensità dei fenomeni.
    Una precisazione i temporali ad esempio multicellari o rigeneranti quasi tutti presentano tutti i tipi di nubi convettive sopra citati.
    (Foto eseguita a Empoli,direzione Est alle ore 12.35 del giorno 30 ottobre 2008)


    (Foto di fabri93)
    Situazione presente nella foto:
    Si vede la presenza di un Cumolonembo capillato in dissolvimento,al suo arrivo fece cadere 5,2mm di pioggia niente grandine ma solo forte rovescio.
    Quel giorno si abbatiederò su Empoli 4 temporali,di cui 3 in mattinata molto intensi e uno di pomeriggio,visti almeno 11 cumolinembi,accumulati della giornata 19,5mm.
    Tutto a causa di una pertubazione (Fronte freddo) che arrivò di mattina e durò fino al pomeriggio,questo a causa di un flusso atlantico,sono i temporali che segnano il cambio di stagione in questo caso non temporale di calore ma temporale pre-frontale.
    Il temporale e le sue caratteristiche visive tipologia multicellare o rigenerante il più frequente in Toscana


    (Foto di fabri93)
    Osservazione del temporale al satellite


    Nella seguente immagine ho cerchiato con il rosso il temporale che in questo caso è un temporale invernale ovvero non molto intenso,come ben si nota a una forma diversa dalle altre nubi,un'pò più arrontondata e il particolare per indentificarli è che sono nubi molto brillanti di un bianco intenso,questo perchè sono a elevate quote.

      La data/ora di oggi è Lun Gen 23, 2017 6:21 am